Luigi Bonotto, partita a scacchi con l'arte

La Stampa, mercoledì 26 marzo 2014

AUDIOGUIDA

di Elena Masuelli

Un antico telaio di legno e la testa di cavallo di marmo bianco di Yoko Ono accolgono chi arriva nell'impresa tessile di Luigi Bonotto a Molvena, piccolo borgo vicentino trasformato in centro d'arte internazionale grazie alla sua collezione, tra le più importanti raccolte di opere e documenti Fluxus e di Poesia sperimentale. Alla Pinacoteca Agnelli di Torino ha raccontato ieri come è nata, instaurando dagli anni Sessanta un rapporto di stima e amicizia con gli artisti (ricorda spesso una partita a scacchi con Marcel Duchamp). Li ha ospitati e poi collezionati, per puro piacere: «L'arte ha avuto un ruolo fondamentale nella mia vita. Gli incontri fatti mi hanno trasmesso libertà di pensiero e capacità di mettersi ogni giorno in discussione; un approccio a cui ho tenuto fede anche per il mio lavoro».
Tutto, nella sua fabbrica e nella sua casa, parla dell'«imprenditore e frequentatore di artisti», come ama definirsi: il tavolo ritratto di Milan Knizak, l'interpretazione del Buon Pastore di Daniel Spoerri, il totem di Nam June Paik, una parete firmata da Ben Vautier.
Cresciuto fra telai e opere, figlio di un produttore di cappelli di paglia che gli ha permesso di viaggiare e conoscere Vedova, Burri, Fontana e Christo, ha trasformato l'azienda di famiglia in manifattura tessile, facendola crescere insieme con la passione per l'arte contemporanea, più innovativa e radicale.
La Fondazione Bonotto ha catalogato 12 mila file relativi a installazioni, documenti, audio, video, manifesti, riviste di 80 artisti Fluxus, come John Cage, Joseph Beuys, George Maciunas e George Brecht, e di 120 poeti sperimentali. Incompiuti, bozzetti e manoscritti, materiale unico, affidatogli o a lui dedicato: ritratti, performance, libri-oggetto di Dick Higgins, Sergio Cena, Luciano Caruso. Il domani è nell'ex macello di Bassano del Grappa che sarà sede della Fondazione, con spazi espositivi, biblioteca e un'abitazione laboratorio a disposizione degli ospiti per i loro progetti creativi. Con i capelli canuti coltiva un sogno: «Lavorare con i giovani, artisti e curatori, che mi insegnino a guardare ancora al futuro».

News

George. The story of George Maciunas and Fluxus

George. The story of George Maciunas and Fluxus

Mercoledì 14 dicembre 2022 – Ore 19.30 – Centro di Ricerca Musicale / Teatro San Leonardo, Bologna

Fluxfilm a Brera

Fluxfilm a Brera

Giovedì 24 Novembre 2022 - Ore 15:00 - Salone Napoleonico. Accademia di Belle Arti di Brera

Fluxus, arte per tutti. Edizioni italiane dalla collezione Luigi Bonotto

Fluxus, arte per tutti. Edizioni italiane dalla collezione Luigi Bonotto

25 Novembre 2022 - 16 Aprile 2023 | Museo del Novecento, Milano

Something is Happening . . . Hummingbirds and Hamburgers

Something is Happening . . . Hummingbirds and Hamburgers

8 novembre 2022 ore 19:00 | Live sharing presso il Ridotto Remondini, Bassano del Grappa

OPEN CALL under25: Hummingbirds and Hamburgers

OPEN CALL under25: Hummingbirds and Hamburgers

Workshop performativo | 4-8 Novembre 2022 | Colceresa - Bassano del Grappa (VI)

Top